Uova di Pasqua Speziate

uova di pasqua come renderle speziate

L’uovo di Pasqua ha una storia antichissima che lo vede protagonista come dono legato al solstizio di primavera, ben prima che alla Pasqua. L’uovo è simbolo di vita di unione tra cielo e terra, di fecondità e prosperità. Nei culti antichi rappresentava l’aspetto fecondo del cosmo, la rinascita e quindi il solstizio d’estate. In molte culture, tra cui quella persiana, era tradizione regalare uovo di gallina decorate a mano e colorate.

I culti cristiani, in seguito, ripresero le date della festività pagana e la trasformarono e rielaborarono mantenendo comunque vivo il nucleo fondamentale, la rinascita.

Successivamente, sul nascere del XIX secolo, quando la tradizione e il business incominciavano a stringere gli scellerati patti che ci hanno portato fin qui, nacque l’uovo di cioccolato. Prima era pieno e poi ripieno di sorprese. In ogni caso alla tradizione non si resiste, non si deve in fondo, ma si può trovare una soluzione per cedere alla tradizione-tentazione, personalizzandola e ritrovando il gusto di donare ciò che dalle nostre mani è stato “fatto”.

Le uova di cioccolato possono essere fatte in casa, con una ricetta semplice e speziata, basterà scegliere tra peperoncino, cannella o vaniglia per rendere il nostro cioccolato pasquale ancore più prelibato. Cannella e peperoncino, da utilizzare, questa volta, rigorosamente in polvere, dovranno essere aggiunti direttamente al cioccolato, la vaniglia invece dovrà aromatizzare il latte in cui sarà poi sciolto il cacao. Degli ottimi connubi, sono quelli tra cioccolato bianco e vaniglia, peperoncino e fondente o semifondente, cannella e cioccolato al latte.

La ricetta delle uova di Pasqua

Ingredienti:

  • 500 gr di cioccolato fondente, o bianco o al latte, dipende dai vostri gusti, cannella o peperoncino o vaniglia.
  • Accessori: due stampi per uova di Pasqua, termometro per dolci, guanti in lattice

Preparazione:

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato tagliato a pezzi (unendo le spezie come indicato) portando, con l’aiuto del termometro, la temperatura dell’acqua a 45°. Poi riducete la temperatura a 27° e mescolate servendovi di un cucchiaio di legno.

Dopo un po’ alzate di nuovo la fiamma fino a 31°. Una volta pronto, togliete il cioccolato dal fuoco e lasciatelo raffreddare per qualche minuto. Versatelo poi nello stampo facendo attenzione a coprire bene tutti gli angoli in modo da creare uno strato piuttosto omogeneo. Se il cioccolato si distribuisce anche oltre il bordo servitevi di un pennello da cucina per ripulirlo. Mettete gli stampi in frigo per circa 20 minuti poi tirateli fuori e versateci dentro il secondo strato con il cioccolato rimasto, infine, mettete gli stampi in frigo e lasciate riposare per circa 2/3 ore.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.